Cosa è successo a Pinocchio dopo che ha smesso di dire le bugie?
E alla Fata Turchina? Al Grillo Parlante? Mangiafuoco, il Gatto e la Volpe?
Che ne è stato dei suoi compagni di viaggio?

Al Teatro Vascello di Roma va in scena CIRCO PINOCCHIO, una divertente commedia che, prendendo spunto dalle avventure del celebre personaggio di Collodi, racconta il difficile mondo di un artista e del difficile equilibrio tra divertimento e disciplina, bugia e realtà, luci e ombre.

Pinocchio ha messo su un Circo, ingaggiando tutti i suoi vecchi amici, ma lo spettacolo è un disastro.
Così ritroviamo un baraccone sgangherato, con un Mangiafuoco spento, una Fata Turchina sovrappeso, il Gatto e la Volpe nelle vesti di clown ben poco divertenti. E il Grillo Parlante? Il sapiente Direttore di Pista ha iniziato a balbettare!

Lo spettacolo del Circo è un fiasco completo, e il bizzarro gruppetto cerca di convincere Pinocchio a raccontare poche “innocenti” bugie, per cercare nuovi spettatori, ma il burattino, terrorizzato all’idea di ridiventare di legno, ha deciso che non dirà mai più una bugia e non si lascia convincere. Decide, invece, di far ricorso a tutta la sua forza di volontà e di provare a diventare il più bravo giocoliere del mondo!

La commedia, adatta a grandi e piccini, andrà in scena nell’ambito de Il Vascello dei Piccoli fino al 19 febbraio, ogni sabato ore 17:00 e ogni domenica ore 15:00, e venerdì 24 febbraio Carnevale, ore 10:30

di Leonardo Angelini
diretto da La compagnia dei Giovani del Teatro Vascello
interpretato da Valentina Bonci, Isabella Carle, Matteo Di Girolamo, Marco Ferrari, Chiara Mancuso, Valerio Russo, Pierfrancesco Scannavino, Chiara Lucisano
musiche Claudio Corona Belgrave
costumi e scene Clelia Catalano Silvia Colafrancesco
illustrazione Marco Sebastiani
produzione La Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello 
in collaborazione con La Scuola Romana di Circo

Il Teatro Vascello si trova a Via Giacinto Carini, nel quartiere di Monteverde, a Roma.
info e prenotazioni: www.teatrovascello.it

Potrebbe interessarti anche:
SHARE