Il Colosseo è uno dei monumenti più famosi al mondo. Simbolo della Capitale, ogni anno è visitato da milioni di persone. Inserito tra le Sette Meraviglie del Mondo, ambientazione di innumerevoli film e Colossal, oggetto di studio sin dai banchi di scuola…
Eppure ci sono alcune curiosità che forse proprio non sapevi!

Colosseo. Qualche curiosità che proprio non sapevi

ANFITEATRO FLAVIO, PER GLI AMICI COLOSSEO!

Sull’origine del nome “Colosseo” ci sono diverse versioni.
La più diffusa è che derivi dall’imponente statua dedicata a Nerone, il “Colosso”, che sorgeva proprio accanto.
Un’altra interpretazione è che sorge su un terreno precedentemente dedicato alla Dea Iside (Collis Isei ).
La tradizione più misteriosa, però, racconta che fosse luogo di devozione nientedimeno che del Diavolo in persona, attraverso rituali che terminavano con la domanda da parte dei sacerdoti “Colis Eum?” (“Adori lui?“).

LE DIMENSIONI CONTANO?

Il Colosseo ha una forma ellittica (e non circolare come sembra dall’esterno!) e un perimetro di 527 metri. È stato costruito per ospitare circa 70.000 spettatori (niente male se pensiamo che il moderno Stadio Olimpico ha una capienza di 72.698 tifosi!)… anche se recenti ricostruzioni hanno limitato la capienza a 50.000, numero comunque di tutto rispetto!
Nella parte più lunga misura 189 metri. Numero che sembra imponente ma se pensiamo che la Costa Concordia naufragata all’isola del Giglio era lunga 290 metri, ci viene un brivido!
L’anfiteatro era dotato di 160 accessi chiamati Vomitoria che consentivano di svuotarlo in pochissimi minuti.

UNA GRANDE PISCINA

Il Colosseo era utilizzato non solo per le battaglie tra gladiatori, ma anche per le nauromachie, ovvero le battaglie navali, grazie a un sistema che permetteva di riempirlo d’acqua. La posizione infatti è strategica, dal momento che l’anfiteatro sorge su una depressione tra i Colli dove si formava precedentemente un laghetto naturale di acqua piovane arricchite dal Fiume Labicano ( che correva lungo l’odierna Via Labicana). I corsi d’acqua furono sapientemente incanalati, ancora oggi scendendo nel Mitreo sotto la Basilica di San Clemente si può vedere una di queste canalizzazioni.

LA BUGIA SUI MARTIRI

La storia che vede il Colosseo come luogo di martirio dei cristiani perseguitati, diffusa anche dai grandi colossal, non è che una leggenda. Infatti pare che nel Colosseo non fu sacrificato nessun cristiano, ma fu sede di combattimenti di gladiatori, schiavi e prigionieri di guerra.

UN GIARDINO BOTANICO NATURALE

Una curiosità del Colosseo è che è meta di esperti di botanica, per la strana particolarità che vi nascono spontaneamente più di 350 specie di piante diverse, tra cui alcune di origine esotica ed equatoriale, la cui crescita è favorita dal particolare microclima caldo e umido dell’Anfiteatro.

IL SACCHEGGIO DEL COLOSSEO

Il povero Colosseo fu trasformato in una vera e propria di cava di marmo attraverso le varie epoche. La stessa facciata della Basilica di San Pietro è stata costruita coi marmi depredati dall’Anfiteatro!

LA SETTIMA PORTA

Le leggende demoniache attorno al Colosseo erano molte, rinfocolate dalla grande quantità di sangue che si spargeva nell’arena e dai misteriosi passaggi sotterranei. Gli stregoni andavano a cogliere le erbe per le loro pozioni, e in molti ritenevano fosse la Settima Porta degli Inferi.

SHARE