Cosa succede in una famiglia quando finisce l’amore?
“Dopo l’Amore”, il nuovo film di Joachim Lafosse racconta la claustrofobica realtà dei separati in casa.

Marie e Boris sono una coppia come tante altre: sposati da 15 anni, due simpatiche figlie gemelle, una bella casa con un delizioso giardino. Entriamo nella loro vita che i due hanno già deciso di separarsi. Il mancato accordo economico fa sì che Boris non abbia intenzione di lasciare la casa, su cui ha investito lavoro e fatica.

Ed ecco che la loro bella vita viene divisa negli spazi e nel tempo: ognuno ha un orario prestabilito per cucinare, vedere gli amici, mettere a letto le bambine, il cibo nel frigorifero è proprietà privata, gli amici devono decidere da che parte stare. La casa un tempo accogliente diventa un luogo di movimenti nervosi, sguardi abbassati, silenzi, gesti meccanici e ripetitivi che raccontano magistralmente tutta la claustrofobia e la rabbia della situazione.

Marie, interpretata da Bérénice Bejo (famosa al pubblico per The Artist), interpreta il ruolo dell’adulta della coppia: precisa, puntuale, rigida nell’osservazione delle regole, colei che porta i soldi a casa e che cresce le figlie con disciplina. Inizialmente ci è antipatica, di fronte all’esuberante e simpaticissimo ex marito Boris ( Cédric Kahn), sempre pronto al gioco, amatissimo dalle due bambine. Col dipanarsi della trama, i ruoli si invertono. L’approssimazione giocherellona e invadente del marito è irritante, e diventa facile irrigidirsi accanto a Marie.

Il regista svolge l’azione in un luogo unico, la casa, che aumenta il senso di chiusura della convivenza forzata che va a raccontare. Una casa che è quasi un altro personaggio, che assiste impietosa alla fine di una storia attraverso il litigio economico (L’économie du couple, appunto, il titolo originale del film).

Lafosse si dimostra bravissimo a descrivere i piccoli momenti di una grande storia (superba la scena del ballo con le bambine, delicata e quotidiana senza cadere nell’ovvio).

“Dopo l’amore” è stato anticipato in Italia da una creativa campagna pubblicitaria che ha coinvolto il fenomeno facebook “Amori Sfigati” di Chiara Rapaccini, presentando una serie di 12 vignette satiriche-oroscopo ispirate al film.

Guarda il trailer del film

SHARE