Indimenticabili i concerti di Piazza San Giovanni. Ma il primo maggio, si festeggiano i diritti dei lavoratori ed il tema è oggi straordinariamente attuale. Riviviamo, in questo post, la storia della Festa del 1 Maggio.

Cosa si festeggia il primo maggio
Ma perché il 1 Maggio è la festa dei lavoratori?

Come tutti sappiamo il primo maggio si festeggia la Festa del lavoro o detta anche Festa dei lavoratori, ma perché si festeggia proprio in questa data?

COME NASCE LA FESTA DEI LAVORATORI

La festa ricorda le battaglie operaie, in particolare quella sull’orario di lavoro quotidiano fissato in otto ore. Queste battaglie portarono nel 1867 in Illinois (Stati Uniti) alla promulgazione di una legge che poi sarebbe stata introdotta anche in Europa.

La sua origine risale a una manifestazione in favore dei lavoratori organizzata dai Knights of Labor a New York il 5 settembre 1882. Due anni dopo nel 1884 fu approvata una risoluzione affinché l’evento avesse una cadenza annuale. Le varie organizzazioni dei lavoratori suggerirono che la data migliore per festeggiare questa ricorrenza era il primo maggio.

Alla fine si decise la data del primo maggio per ricordare i gravi incidenti avvenuti in quel periodo a Chicago nel 1886, meglio noti come la rivolta di Haymarket. Il 3 maggio i lavoratori stavano manifestando davanti alla fabbrica di macchine agricole McCormick, la polizia non si fece attendere e per ripristinare l’ordine uccise due manifestanti e ne ferì molti altri. Pochi giorni dopo gli anarchici locali per protestare contro i metodi fin troppi brutali usati dai poliziotti organizzarono una manifestazione nell’Haymarket square (da qui il nome della rivolta), anche in questo caso intervenne la polizia che sparò sui manifestanti provocando diverse vittime e feriti.

Nei mesi successivi furono emesse le sentenze per quei disordini con quattro operai, quattro organizzatori sindacali e quattro anarchici che furono impiccati per aver organizzato la manifestazione in favore dei lavoratori, in seguito furono inflitte altre condanne a morte e pene fino a 15 anni di carcere.

Il presidente degli Stati Uniti dell’epoca Grover Cleveland per commemorare l’accaduto decise che la festa dei lavoratori si doveva celebrare proprio il primo di maggio. In seguito temendo che questa commemorazione potesse risultare troppo a favore del nascente socialismo, decise che la festività sarebbe stata dedicata a ricordare l’organizzazione dei Cavalieri del lavoro (Knights of Labor).

LA FESTA DEI LAVORATORI IN ITALIA

In Italia la Festa dei lavoratori arrivò nel 1891 ed è tutt’ora festeggiata. La principale manifestazione si svolge a Roma in piazza San Giovanni, dove dal pomeriggio fino a notte inoltrata si tiene un grande concerto con la partecipazione di molti gruppi musicali sia italiani che stranieri.

LA FESTA DEI LAVORATORI A ROMA

L’ evento più importante, che festeggia e commemora i diritti dei lavoratori, è organizzata dalle tre principali sigle sindacali italiane: CGIL, UIL e CISL. Si tiene, salvo qualche eccezione, sempre a Piazza San Giovanni in Laterano, uno dei luoghi più vivaci e tra i più scelti per le grandi manifestazioni nella Capitale.

Il grande evento vede al centro la musica delle più importanti stelle italiane e internazionali ed è totalmente gratuito.E’ chiamato simpaticamente dai romani, il Concertone del 1 maggio vista la durata sull’ intera giornata.

Per maggiori informazioni sull’ edizione di quest’ anno del concerto del 1 maggio, consulta lo speciale:

leggi: CONCERTO PRIMO MAGGIO A ROMA

SHARE