Roma è il regno della cucina povera! Mangiare bene spendendo poco qui non solo è possibile, ma è quasi obbligatorio! Come vi abbiamo raccontato in questo articolo, tutti i piatti tipici romani sono cucinati tradizionalmente con ingredienti poveri ma ricchi di sapore. Una cacio e pepe con un quartino di vino dei castelli e un caffè, ed ecco che il pranzo è risolto!

Mangiare economico a Roma
Un tour nella Capitale attraverso i menù dei ristoranti con il miglior rapporto qualità prezzo.

Ecco alcuni suggerimenti per mangiare bene spendendo poco. La prima cosa da fare, come in tutto il mondo, è evitare i posti turistici. Quasi ogni quartiere ha la sua trattoria tradizionale ma, soprattutto nel centro storico, è difficile distinguere un locale tipico da un ristorante per comitive.

TRATTORIE TIPICHE ROMANE

A Trastevere, uno dei rioni più tipici di Roma, poster gustare una delle più buone carbonare da Ai Spaghettari, a Piazza San Cosimato. Restando a Trastevere, ma dall’altra parte del viale, tra i vicoli romantici e caratteristici della parte meno turistica del rione trovate lo storico Da Enzo al 29, trattoria che tramanda il gusto del buon cibo e della semplicità conviviale. Venuto a mancare lo storico Enzo, oste “caciarone e irriverente”, come viene affettuosamente ricordato, la famiglia ha in gestione il ristorante dove potete continuare a gustare i piatti tipici della cucina romana. A Via dei Vascellari 29.

Ci spostiamo in un altro dei quartieri più veraci della città, per trovare Felice a Testaccio. Qui, secondo il New York Times, potete gustare i tonnarello cacio e pepe più buoni di Roma. Anche qui, è stato l’oste a fare la storia: Felice Trivelloni, un personaggio che è diventato leggenda s Roma. Particolarità del ristorante: piatti tipici diversi ogni giorno della settimana, rispettando la traduzione. A Via Mastro Giorgio 29.

Nel quartiere Quarticciolo trovate Il Quagliaro, storica trattoria aperta dal 1958, la cui specialità, come suggerisce il nome, sono le quaglie. Qui potete gustare anche tutti i piatti tipici della tradizione: carbonara, gricia, vino rigorosamente della casa a prezzi onestissimi. Il Quagliaro si trova a Largo Mola di Bari 17, zona Prenestina.

Sempre in zona Casilina, nel quartiere del Mandrione, potete assaporare il quinto quarto da Betto e Mary: coda di bue, polmone, fegato, trippa, animelle, testicoli di toro, in una delle trattorie più caratteristiche della città. A Via dei Savorgnan 99.

STREET FOOD E PIZZA AL TAGLIO

In tutto il mondo si chiama Street Food, a Roma è la pizza a taglio. Bianca ripiena di “mortazza”, classica margherita o nelle varianti più fantasiose, è il vero must della capitale.
Iniziamo con due panifici, che sforna o due tra le pizze da forno più buone della capitale: Passi a Via Mastro Giorgio 87, a Testaccio, e Fratelli Beti, Via del Vascello 46, a Monteverde. Qui potete gustare la classica pizza da forno, bianca e rossa.

Sempre a Monteverde, a Viale di Villa Pamphili 46, trovate la pizza di Eligio Fattori: una delle prime pizze a taglio ad alta digeribilità della capitale. Ottime quelle ripiene con zucca, ciauscolo, speck, radicchio,ma anche la classica bianca con le patate o bufala e pachino. Qui consigliamo anche i fritti: supplì, crocchette e arancini preparati espressi.

Stessa storia per Angelo e Simonetta, a Via Nomentana 581: pizza leggerissima e digeribile, croccante e morbida al punto ti giusto, un vero piacere per il palato.

Famosissima ormai è la pizza di Bonci da Piazzarium, zona Cipro: qui scordatevi i condimenti classici! La pizza di Bonci è infatti una vera esperienza gourmet, in cui l’impasto, ormai famoso, dà vita a le ricette più fantasiose. Piazzarium è a Via della Melodia 43, ma potete trovare Bonci anche al Mercato Centrale di Termini e a Via Fracassini.

Guarda I ristoranti indiani di Roma…

SHARE