A mesi di distanza dal terremoto che ha sconvolto il Centro Italia, continuano a susseguirsi iniziative a favore della popolazione colpita dal sisma.
Il Centro Italia, in questi giorni è pesantemente colpito dall’emergenza freddo che vede molti cittadini ancora in sistemazioni di fortuna.
Grande preoccupazione per allevatori e produttori, che faticosamente cercano di riprendersi ricostruendo con pazienza e fatica le loro attività, anche grazie alle iniziative di solidarietà proposte per le Feste Natalizie.

Oggi proponiamo un’iniziativa dell’ONAF, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi, che propone per il prossimo 22 Gennaio una degustazione guidata di 6 tipologie di Pecorino Amatriciano.

L’iniziativa è a favore dell’Istituto Alberghiero di Amatrice, gravemente danneggiato dal terremoto del 24 Agosto.
Saranno proprio gli studenti della scuola a preparare e servire una pasta all’amatriciana che sarà servita ai partecipanti, al termine della degustazione, coordinati dallo Chef Fabio Campoli. Il tutto accompagnato da una scelta di vini.

Sin dai primi giorni dopo il sisma, è stato chiaro che la popolazione di Amatrice non si sarebbe fermata e che era necessario mettere in campo tutte le forze per permettere ai giovani di proseguire la loro attività formativa per prepararsi al mondo del lavoro, mantenendo intatta la ricca tradizione enogastronomica del territorio.

L’iniziativa “Il percorino che viene dal cuore” si svolgerà Domenica 22 Gennaio, alle ore 13, alla Società Romana Nuoto, sul Barcone del Tevere altezza Ara Pacis.
Per aderire all’iniziativa c’è tempo fino al 16 Gennaio. La quota partecipativa è di 20€, e si può prenotare scrivendo all’indirizzo roma@onaf.it.

L’evento è realizzato in collaborazione con:
Consorzio di Tutela de L’Amatriciano, Il Pecorino dei Monti della Laga, Il Circolo dei Buongustai, Il Buongustaio, Mafalda, Pasta Mancini, Re Norcino, Ausonia Vini, DOL, Santo Iolo, Vini Pepe.

SHARE