Concorso di Polizia 2017. Come partecipare al bando per diventare poliziotto. In arrivo una nuova grande finestra di assunzioni.

Concorso Polizia di Stato 2017
Concorso in Polizia. In arrivo il bando 2017 per entrare in polizia. I requisiti e le caratteristiche principali del bando.

Lo si attende da alcune settimane, ma ora, dopo una serie di rinvii della sua pubblicazione, il bando del Concorso Polizia 2017 è noto. Si tratta di un’opportunità per i tanti giovani alla ricerca di un impiego, a patto che ovviamente siano rispettati i requisiti riportati dall’articolato. Non è proprio per tutti, ma certamente molti possono tentare di accedere alla possibilità di superare le prove per un posto di lavoro presso la Polizia di Stato. Il percorso non è certo semplice, anche per la delicatezza della professione. Vengono cercati 1.148 agenti, ma ci si aspetta una grande partecipazione ai test.

Concorso Polizia 2017. Suddivisioni del bando ed età minima

Le novità del concorso di polizia 2017. I sindacati sono molto contenti, perché sperano di incrementare la presenza femminile, nonché il numero degli agenti in servizio, ma ad essere in estasi sono i tanti aspiranti poliziotti, o meglio candidati. Il concorso punta a reclutare gli agenti per i prossimi tre anni, ma la sua principale peculiarità è la suddivisione in due tronconi, dedicati a destinazioni differenti: 255 posti sui 1.148 disponibili saranno riservati a chi ha prestato servizio come volontario nell’esercito, mentre gli altri sono aperti ai civili senza alcun tipo di esperienza nelle forze armate. Bisogna avere un’età inferiore ai 30 anni.

Leggi anche: Eataly e McDonald’s cercano personale. Offerte di lavoro

Concorso di Polizia 2017, i requisiti

La variazione dei requisiti tradizionali. Nel nuovo bando per il Concorso Polizia 2017 è stata eliminata la richiesta di avere un’altezza minima. Neppure i tatuaggi sono banditi, a patto che non siano visibili nelle parti del corpo non coperte dall’uniforme e non riportino messaggi ritenuti offensivi e oltraggiosi.

I candidati verranno sottoposti a una prova per l’idoneità fisica, seguita da un colloquio psicologico per verificare lo stato e l’adeguatezza dell’aspirante poliziotto. Durante i test sarà presente un commissario delegato alle selezioni. Chi sarà ritenuto idoneo potrà fare il suo ingresso alla fase successiva relativa all’addestramento della durata di sei mesi. Infine ci sarà un periodo di prova. Se ogni fase verrà superata si diventerà poliziotti. Ma il vero inizio è costituito dalla prova di cultura generale.

Leggi: Dove cercare offerte di lavoro a Roma

Le altre richieste del bando e le date

Oltre all’età e all’integrità fisica, bisogna essere in possesso della licenza media e non avere subito alcuna condanna per delitti colposi. É inoltre necessaria la cittadinanza italiana. Chi è in possesso di questi requisiti può presentare la domanda di ammissione. Si inizierà con la prova scritta del concorso di Polizia 2017 prevista per il 24 luglio. Ci sarà una seconda giornata il 12 settembre. Infatti è prevista l’adesione di circa 400 mila giovani provenienti da tutta Italia a Roma per sostenere il test. Ci saranno varie questioni di cultura generale, ma verranno saggiate anche le abilità nell’informatica e nelle lingue straniere. Per superare la prova bisognerà conseguire una valutazione di almeno sei decimi.

Il concorso di Polizia 2017, la richiesta online

Tutti i dettagli sulle domande di ammissione e la descrizione dei requisiti citati sono contenute nel bando relativo al concorso di Polizia 2017. Il testo è reperibile sul sito della Gazzetta Ufficiale alla voce Concorsi. Meglio leggerlo attentamente per prepararsi adeguatamente e seguire le procedure corrette, perché la presentazione della domanda nel modo sbagliato può pregiudicare l’accesso alla selezione.

SHARE