Dal 26 maggio al 9 luglio saranno esposte al Macro di Testaccio le oltre 100 opere dei lavori di Milo Manara, in una mostra che ne ripercorrerà le varie tappe.

Macro di Testaccio
Macro di Testaccio. L’ Estate Romana insieme all’ arte di Milo Manara.

Questo evento precede la nuova edizione di ”Arf, festival di storie, segni e disegni”.

Milo Manara è uno dei più grandi maestri esistenti nell’ambito dei fumetti e la sua esposizione, chiamata “Tutto ricominciò con un’estate romana” includerà opere d’arte come Giuseppe Bergman, Gulliveriana, lo Scimmiotto e Miele oltre che alcuni mega-poster dell’artista ed un’approfondita video-intervista che verrà riprodotta sui diversi schermi sparsi lungo le sale della mostra.

Il Festival principale che seguirà alla mostra arriverà alla sua terza edizione e vedrà la presenza di tantissimi editori, autori, disegnatori ed albi. La locandina-manifesto della manifestazione è stata realizzata da Sara Pichelli, la disegnatrice superstar italiana che crea disegni per Marvel Comics e che a sua volta avrà una mini-mostra a lei dedicata.

Insieme a questa ci saranno altre piccole rassegne che ripercorreranno le opere pubblicate da Sergio Bonelli Editore e la carriera del disegnatore di Dylan Dog, Gigi Cavenago.

Verrà poi il turno della mostra collettiva dedicata agli artisti francesi Keramidas, Loisel, Cosey e Tébo, con una rivisitazione in salsa francese delle opere Disney e Topolino che verranno esposte in esclusiva per l’Italia dopo gli eventi al Festival di Angoulême ed a Parigi.

Un altro evento incluso nel nuovo ”Arf, festival di storie, segni e disegni” e da non perdere per gli appassionati del genere è quello celebrativo della talentuosa Bianca Bagnarelli, autrice per la rivista inglese Nobrow e fondatrice di Delebile Edizioni.

Altri eventi da non perdere all’interno di questa rassegna sono le lectio magistralis dei maestri del fumetto Paolo Eleuteri Serpieri e Tanino Liberatore.

SHARE