In Italia sta per arrivare Iliad Italia. E questo, probabilmente lo sapete già. Ma sapete chi nel nostro Paese ha depositato i diritti per l’ utilizzo del marchio Free nella telefonia? Vodafone! Brutto scherzo tra le telco italiane. L’ arrivo di Iliad come quarto gestore mobile, evidentemente, impensierisce i big del mercato.

Iliad Free Mobile
Free Mobile è in mano a Vodafone. Almeno dal punto di vista del brand. Depositato presso l’ Ufficio Marchi e Brevetti il nome “FREE”.

E non bastavano le tariffe sempre più aggressive e i nuovi gestori virtuali (Kena Mobile e VEI) a far da concorrenti agguerriti ad Iliad Telecom (che lo ricordiamo, ancora deve debuttare). Questa volta, come ci racconta UpGo.news in questo articolo, l’ attacco di Vodafone a Iliad passerebbe, secondo documenti ufficiali dell’ Ufficio Brevetti, per un deposito del marchio.

Vodafone, lo scorso dicembre, ha presentato richiesta per accaparrarsi i diritti di utilizzo, in Italia, del marchio Free, impedendo di fatto l’ utilizzo del famoso brand FREE MOBILE anche qui da noi, da parte di Iliad Telecom.

Iliad dovrà quindi dotarsi di un brand tutto nuovo e del tutto inedito. Un piccolo sgambetto, assolutamente legittimo, per impedire ai francesi di presentarsi nel nostro mercato forti di un marchio che già in molti conoscono.

Insomma, Free Mobile non ci sarà. Si chiamerà proprio in un altro modo. E se proprio dovesse arrivare, sarà un gestore controllato da Vodafone. E la cosa avrebbe davvero del paradossale.

Ora ci sono da attendere le mosse di Vodafone e di Iliad. La prima dovrebbe lanciare a breve un nuovo MVNO low cost, simile a Kena Mobile, dedicato proprio alla sfida low cost contro Iliad. Quest’ ultima invece, presenterà il nuovo brand, probabilmente in autunno. Per partire come previsto, entro la fine dell’ anno.

SHARE