Il trading online e le criptovalute sono entrati ormai prepotentemente nella quotidianità di milioni e milioni di italiani. Nonostante la crisi, infatti, sono sempre di più coloro i quali investono in nuovi canali nella speranza di far svoltare la propria esistenza. Le recenti cronache finanziare, ovviamente, confermano che bisogna essere molto prudenti, perché esattamene come si possono fare tanti soldi, se ne possono anche perdere altrettanti. La prima scelta importante da fare è quella di un buon broker, in grado di prenderci per mano e accompagnarci negli investimenti sul Forex o sugli altri mercati finanziari. In Rete si trovano tantissime guide e in molti scelgono dopo aver letto ad esempio le opinioni degli altri utenti come ad esempio su https://www.mercati24.com/etoro-opinioni/.

I feedback di chi si è già affidato ad un determinato broker sono troppo importanti per la scelta. Affidarsi ad una piattaforma sicura e che fa della trasparenza uno dei propri capisaldi è il primo passo per entrare nel mondo del trading con la massima serenità, senza farsi prendere dal panico. Un broker che si rispetti, infatti, deve offrire tanti servizi, informare e formare chi vuole investire, deve curare sia la fase di analisi sia la fase operativa. La prima cosa di cui ci si deve accertare è che la piattaforma di trading disponga di tutte le autorizzazioni e le licenze del caso, ossia Cysec e Consob innanzitutto, poiché solo queste convenzioni assicurano di avere a che fare con un broker che rispetta i requisiti delle normative comunitarie vigenti.

Un broker in regola con le normative vigenti

Bisogna accertarsi, inoltre, che il broker sia regolamentato e autorizzato non solo leggendo l’informativa presente sul sito ufficiale, ma effettuando anche una verifica tramite i siti delle autorità finanziarie europee, dove sicuramente si troveranno delle pagine dedicate ai singoli broker e ai loro servizi. In secondo luogo, prendete in esame proprio il numero e la tipologia di servizi offerti. Sono esattamente quelli che cercate? Sono presenti strumenti informativi, formativi e di analisi? Vi è un’assistenza tecnica nella vostra lingua in grado di supportarvi in qualsiasi operazione? Leggendo i feedback lasciati dagli utenti in Rete, sui social network o nelle community specializzate, sicuramente si possono trovare tante informazioni utili per effettuare un confronto tra broker in maniera del tutto autonoma.

Account demo per fare esperimenti

Una volta selezionati i migliori broker, il consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di aprire dei conti in almeno 2-3 di loro, in modo tale da effettuare delle puntate dimostrative e cominciare a prendere confidenza con il settore in cui vi state addentrando. Tramite gli account demo è possibile avere a disposizione dei soldi virtuali (ad esempio 1.000 euro), con i quali si possono testare i servizi del broker e fare i primi investimenti senza dovere effettuare un versamento e quindi senza intaccare il proprio capitale. D’accordo studiare tramite siti dedicati o libri realizzati da esperti, ma l’esperienza diretta è sempre la migliore maestra per imparare a fare trading online.

Potrebbe interessarti anche:
SHARE