Blue Whale video
Blue Whale. Il suicidio diventa un gioco. Ecco la puntata de Le Iene che racconta la strana moda dei suicidi tra giovanissimi.

Da quando è andato in onda il video de Le Iene sul Blue Whale in rete e sui giornali non si parla d’ altro.

C’ è chi preoccupato pensa che assisteremo ad un’ ondata inimmaginabile di suicidi tra gli adolescenti. Chi invece parla di esagerazione della redazione di Italia1, di fake news, di notizia priva di fondamento.

Sicuramente però, il servizio delle Iene ha fatto discutere tutta Italia rendendo “Blue Whale” una delle chiavi di ricerca più trendy del momento, su Twitter, Facebook e Google.

Se ancora non sapete di cosa stiamo parlando o se vi siete persi il video de Le Iene ve lo riproponiamo qui:

Il Video de Le Iene sul Blue Whale

Una follia totale che come ovvio, ha spaventato tutti i genitori d’ Italia. Questo perché si guarda, sempre, al mondo degli adolescenti con uno sguardo insicuro e dubbioso. Da sempre, la dimensione dei giovanissimi ci sembra pericolosamente oscura. In un mondo che cambia veloce, è perduta e incerta.

Una tesi ben alimentata da Matteo Viviani, autore del servizio “giornalistico” e Iena esperta. L’ argomento, Viviani poteva immaginarlo, tira di brutto. Sopratutto perché collocato, almeno secondo quanto raccontato da Le Iene in un’ area abbastanza vicina da terrorizzarci e abbastanza lontana da rendere molto complicate le ricerche circa la sua attendibilità.

Il Blue Whale de Le Iene è infatti un’ esclusiva russa. Ma subito nei giorni seguenti, giornali di tutta Italia hanno registrato casi in altre parti d’ Europa e subito qui da noi. Nelle nostre province. Notizie cliccatissime che poi sono state smentite poche ore dopo. Per ora i casi italiani infatti, sono stati perlopiù bufale e pure fake news.

E c’ è chi mette in discussione anche la reale esistenza del filone russo dei suicidi tra ragazzini. O meglio, c’ è chi in qualche modo accenna alla teoria della profezia che si autoavvera a causa della potenza dei media.

Prima si parla di un caso specifico, poi si esagera con il contorno e poi lo si fa diventare un’ informazione talmente bombardante da suscitare ulteriori casi di emulazione. Magari in qualche adolescente che già di suo vive situazioni di disagio e difficoltà.

Insomma, non si sa se la notizia tampinante su questo spaventoso blue whale sia davvero un servizio utile alla collettività, per difendersi da una nuova ondata di follia e morte oppure una semplice schizofrenia virale, capace solo di dare qualche preoccupazione in più ai genitori.

Magari i giovanissimi non sono così scemi come il mondo adulto tende a vederli. Magari invece sono talmente disorientati da voler buttare via la vita al solo fine di apparire.

Giudicate voi e guardate in alto il video de Le Iene. Uno dei servizi che di certo resterà nella storia del programma tv Mediaset.

SHARE