A breve arriverà nel nostro Paese un nuovo gestore di telefonia mobile. Si tratta di Free Mobile, una compagnia telefonica francese che ha comprato antenne e frequenza da Wind Tre e che ora è pronta a debuttare anche nel Bel Paese. Qualcuna la chiama la Ryanair della telefonia. Tariffe dimezzate e giga infiniti. Ecco come dopo l’ estate cambierà il nostro modo di telefonare.

Free Mobile tariffe italia
Free Mobile arriva in Italia. Il gestore francese, di proprietà di Xaviel Niel ha già rivoluzionato il mercato delle telefonia mobile transalpina con una tariffa davvero esplosiva.

Presto, molto presto, telefonare costerà meno. Arriva dalla Francia la grande novità della telefonia mobile. Free Mobile che ha la scorsa estate acquisito alcune frequenze italiane, a seguito dell’ avvenuta fusione, ormai completata, tra Wind e 3. Ma quali tariffe offrirà Free Mobile nel nostro Paese?

Free Mobile darà del filo da torcere ai già noti Tim, Wind-3, ora unite e Vodafone. In Francia, quando Free Mobile è arrivata, le tariffe erano praticamente il doppio. Xaviel Niel, fondatore della rivoluzionaria compagnia telefonica è stato più volte paragonato al Mr Ryanair delle telecomunicazioni. Servizio efficiente ma senza troppi fronzoli, buona copertura del territorio e una tariffa chiara, semplice, che fa contenti tutti. Sia gli assidui frequentatori di internet che chi chiama tanto.

In Francia Free offre, a soli 19,99 euro al mese, infinite telefonate, infiniti sms e 20 GB di internet in 4G. Un super pacchetto impensabile per i nostri gestori. E sono in molti a pensare che da noi lancerà qualcosa di ugualmente aggressivo.



Non è un caso che le compagnie telefoniche italiane cercano di correre ai ripari e per il prossimo anno stanno pensando a strategie per evitare la possibile emorragia di clienti, già in coda per assicurarsi una sim Free Mobile.

Ma quale copertura offrirà il nuovo operatore mobile? Ovviamente, agli inizi, Free avrà difficoltà a coprire l’ intera penisola. Per questo, oltre alle antenne proprie, Free farà uso del cosiddetto roaming nazionale, un accordo che permette di utilizzare le infrastrutture e la copertura di un altro operatore più anziano. Quindi, Free, potrà offrire fin da subito il proprio servizio a tutti gli italiani, appoggiandosi almeno per un quinquennio alle infrastrutture di 3 e di Wind.

In rete si parla molto di Free Mobile e sui social la discussione è attiva su questa pagina Facebook dedicata.

Noi aspettiamo impazienti il debutto di Free Mobile. Di certo il 2017 per la telefonia italiana sarà l’ anno della guerra all’ ultima offerta. E di questo, per fortuna, beneficeremo tutti.

SHARE